SAWABONA CARLO TARDANI

ORA SAI COME DIRE CIAO IN ZULU

Costa Concordia: Immagini di un naufragio

La storia è purtroppo,ormai, tragicamente nota.

La notte del 13 Gennaio 2012 la gigantesca nave da crociera Costa Concordia   comandata da Francesco Schettino con a bordo 4229 persone, salpata dal porto di Civitavecchia avrebbe dovuto toccare i porti di Savona, Marsiglia, Barcellona, Palma di Maiorca, Cagliari, Palermoper poi fare ritorno a Civitavecchia. 

Un viaggio nel Mediterraneo bruscamente terminato la notte di Venerdì 13 Gennaio alle ore 21,42 nelle acque dell’isola del Giglio, quando l’imponente imbarcazione  ha urtato uno scoglio riportando una falla lunga circa 50 metri sul lato sinistro della carena. 

L’impatto ha provocato un forte sbandamento e il conseguente arenamento della nave.

Per due anni la nave é rimasta adagiata su un fianco come un enorme cetaceo spiaggiato. 

E’ rimasta immobile, impassibile, davanti al trascorrere dei giorni di due lunghi  anni in cui si è pianto e detto molto: dalle indagini sul tragico “inchino”, all’ormai famoso “Torni a bordo!” del capitano De Falco al comandante Francesco Schettino. 

E poi la frenesia delle ricerche, la rassegnazione. E il dolore per la sorte di quei 32 esseri umani, 27 passeggeri e 5 membri dell’equipaggio, che nulla hanno potuto contro una delle più gravi tragedie del mare che il nostro Paese ricordi. 

Trentuno i morti, una la persone ancora ufficialmente dispersa.

Da allora il relitto del Costa Concordia è diventato,suo malgrado, un monumento alla stupidità umana visibile da ogni parte dell’isola.

Costa Concordia: images from a shipwreck 

On the night of January 13th, 2012 the  massive cruise ship Costa Concordia, commanded by  Captain Francesco Schettino, left Civitavecchia harbour with 4229 people onboard.  The “Concordia” was supposed to dock at Savona, Marseille, Barcelona, Palma de Mallorca, Cagliari, Palermo before returning to Civitavecchia. 

The Mediterranean cruise abruptly ended  in the waters of Giglio Island on Friday night  January 13th at 09.42 p.m., when the enormous ship hit a rock, suffering a50 meters gash on the left side of the hull.

Due to the collision, the cruise ship shifted her position and ran aground.

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

Operazione Rofloating

 Il 15 Luglio del 2014,dopo 911 giorni dal tragico naufragio, la Costa Concordia torna a galleggiare staccandosi di poco meno di due metri e spostandosi di circa 30 metri ad est, posizione in cui rimarrà prima del trasferimento al porto di Genova

Operation Refloating 

On July 15th 2014, 911 days after the tragic shipwreck, the “Costa Concordia” floated again, detaching less than two meters from the rocks and about 30 meters east Giglio Island. The Concordia remained in this position  until the towing to Genoa’s harbour.

12 (1)

13

14

15

16

17

L’ultimo Viaggio

Il 23 Luglio all’Isola del Giglio, è un giorno di festa. Infatti alle ore 8,30, trainata da due rimorchiatori,  la Costa Concordia lascia l’Isola del Giglio per l’ultimo suo viaggio tra suoni di sirene e di campane della chiesa.

Del naufragio rimarrà sempre la tragedia, l’atto di scelleratezza umana, le responsabilità civili e il gesto dei gigliesi che la notte del naufragio si prodigarono per aiutare i naufraghi”.

July 23rd was a day of celebration for Giglio Island. In fact, at 08:30 a.m,  the Costa Concordia  was pulled by two tugboats and left the Island for her last journey accompanied by sounds of sirens and church bells. 

 The incident will certainly be remembered for many reasons: the great  tragedy it caused, the act of thoughtlessness, the civic responsibilities and for  the charity by the people of Giglio Island, who that night did their best to help the survivors.

18 19DSC_4754 - AB 21